Post in evidenza

La mappa della biodiversità del territorio

venerdì 28 aprile 2017

Il WWF incontra i ragazzi di una scuola del quartiere

Continua il ciclo di incontri che gli attivisti e i volontari del WWF effettuano presso le scuole del territorio, con l'obiettivo di divulgare i valori legati al rispetto della natura e dell'ambiente.
Questa volta siamo tornati presso una delle scuole del Pigneto per parlare di meteorologia, cambiamento climatico ed effetto serra, introduzione e diffusione delle specie alloctone e tutela della biodiversità. Abbiamo trattato una serie di argomenti collegati tra loro, che hanno suscitato l'interesse dei ragazzi, manifestato soprattutto attraverso domande ed osservazioni intelligenti e competenti. 
Per la parte relativa alla meteorologia ci siamo avvalsi della collaborazione di un socio e volontario WWF d'eccezione, il Colonnello Giancarlo Cristarella, che già in altre occasioni ha prestato il suo prezioso contributo alle nostre attività, e che ha illustrato con competenza e dovizia di particolari la materia che ha trattato a lungo durante la sua attività professionale nei ranghi dell'Aeronautica militare, dove si occupava proprio di meteorologia e previsioni del tempo (anche in TV). 
Abbiamo quindi parlato dei cambiamenti climatici e del contributo delle attività umane al riscaldamento globale in atto, provocato soprattutto dall'immissione dei gas serra in atmosfera collegati all'utilizzo delle fonti fossili. 
Abbiamo proseguito con un focus sugli effetti che tali cambiamenti climatici comportano in termini di minaccia e di perdita di biodiversità, e abbiamo raccontato anche la nostra esperienza sul campo relativa ai monitoraggi e alla raccolta dei dati sulla presenza delle specie faunistiche e vegetali all'interno delle aree verdi e dei parchi urbani, curata in particolare da Mario Paloni che tra i nostri attivisti è quello che più di tutti è impegnato in questo tipo di attività. 
Abbiamo quindi concluso disquisendo sulla presenza, sull'introduzione e la diffusione di specie aliene, alcune delle quali favorite anche dal riscaldamento globale in atto, che rappresentano anch'esse una minaccia per le specie autoctone e la biodiversità in generale. 
Certi di ripetere ancora questa esperienza, siamo contenti di aver trasmesso ai ragazzi una certa quantità di informazioni utili, il cui obiettivo è quello di diffondere sempre di più, specie nelle nuove generazioni, una coscienza ambientale improntata sul rispetto della natura e dei delicati meccanismi che consentono a tante forme di vita di coesistere in sinergia all'interno della nostra Biosfera.













Nessun commento:

Posta un commento